venerdì 6 giugno 2014

Come mi tingo i capelli #2 Henné Rosso caldo e freddo di Le Erbe di Janas!

E' da tempo che desidero condividere questa esperienza, avendo ieri applicato sui capelli una tinta naturale voglio precedere per gradi e scrivere prima qualcosa a riguardo dell'henné di Le Erbe di Janas.

Premetto anche oggi che non ho mai trattato i capelli chimicamente e che fin ora le applicazioni di henné sono state abbastanza sporadiche per mia scelta. Ho iniziato l'estate scorsa usando le erbe di Phitofilos (vedi recensione) poi sono passata a Le Erbette di Janas acquistando sia il Rosso Freddo che il Rosso Caldo.
Ma che differenza c'è tra il colore Caldo e quello Freddo?
A guardare le erbe sembrerebbe nessuna, ma probabilmente dipende molto dalla provenienza delle stesse e guardando sul sito noto percentuali diverse di Lawsone. (ho chiesto all'azienda, aggiornerò non appena otterrò risposta!)
Il Rosso Caldo colore più chiaro dai riflessi rame - ruggine. Contenuto di Lawsone: 1,90%%
Il Rosso Freddo colore più scuro dai riflessi ciliegia - mogano. Contenuto di Lawsone: 2,95%

La mia esperienza
Tra le due colorazioni ho preferito iniziare con la tonalità calda, nonostante i mesi trascorsi dall'ultima applicazione avevo quei toni come base e da lì ho proseguito.
Rifacendomi sempre alla mia prima esperienza la pappetta è stata preparata la sera precendete con i medesimi ingredienti:
70 gr di Henné (ne ho conservati 30 per fare una prova)
infuso di Karkadé qb
In mattinata: 2 cucchiai di aceto di mele / limone
qualche cucchiaio di yogurt bianco
Ha ossidato per circa 7 ore e l'ho tenuta in testa per circa 6.
Ho trovato decisamente differenze tra Phitofilos e Le Erbe di Janas. Queste ultime le ho trovate sicuramente più semplici da sciacquare ma molto più idratanti. Se ho scelto di utilizzare l'henné è per riuscire col tempo a seboregolarizzare il cuoio capelluto, ma questa applicazione non mi è stata di aiuto. Inizialmente ho pensato che la causa dipendesse all'aggiunta dello yogurt, probabilmente non ce n'era bisogno. Ma poco importava, avevo un'altra confezione per poter testare ancora una volta la qualità del prodotto. Inoltre ho anche avuto al momento del risciacquo un problema con la caldaia, quindi ahimè non sono riuscita a farlo abbondante perché era l'acqua fredda. Doh! Fortuna era Ottobre quindi le temperature erano ancora dalla mia!
Purtroppo è trascorso un bel po' di mesi quindi solo ora noto che le foto fanno un po' caga... emh sono di pessima qualità, ma almeno è chiaro che tra il prima e il dopo non c'è questa grande differenza; il colore è diventato più intenso con questa seconda applicazione e alla luce del sole erano fantasmagorici! =) Nota importante da sottolineare è che i bianchi sono stati perfettamente coperti.

Dopo quattro mesi decido di applicare la tonalità fredda. Per l'intero periodo ho trovato i miei capelli più grassi del solito, quindi non è stata solo una sensazione iniziale... forse forse non era tutta colpa dello yogurt né del risciacquo veloce... Per cui questa volta decido di non usare per niente lo yogurt, ma forse stavo per combinarne una delle mie poiché intendevo usare una puntina di balsamo nella pappetta. Fortuna che condividendo le cose in tempo sul web Elenia di MissHaul mi ferma in tempo spiegandomi che usando il balsamo avrei solo riflessato ma non colorato. In effetti poi mi fa considerare che avendo i capelli grassi era meglio non mettere per niente lo yogurt ma usare solo acqua ed eventualmente del limone. Così ho pensato che essendo queste erbette belle idratanti effettivamente potevo a questo giro testarle a pieno. E così feci!
Ingredienti:
100 gr di Henné
infuso di Karkadé qb
in mattinata ho aggiunto del limone
Anche questa volta, ha ossidato per circa 7 ore e l'ho tenuta in testa per circa 6.
Il risultato? secondo me è decisamente WOW! tra i due toni decisamente preferisco quello freddo!!!
Non trovo foto migliori, ma a questo punto credo sia inutile mostrare il prima e il dopo: I miei capelli sono diventati "ciliegiosi"! Io, che avevo paura di cambiare colore, ho amato questa tonalità! Tra l'altro ho preferito anche il tono leggermente più scuro che rilascia sui capelli bianchi.
In futuro se deciderò di acquistare nuovamente Le Erbe Di Janas il rosso che sceglierò sarà di sicuro questo freddo. =)
Purtroppo però il problema dei capelli grassi anche questa volta non l'ho risolto. Ogni due giorni i capelli sono da lavare e la cosa mi piace poco. Prima di queste applicazioni preciso che i miei capelli erano da lavare ogni tre giorni e, per chi ha i capelli lunghi un giorno può fare la differenza.
Questa volta il risciacquo l'ho fatto scrupolosamente, raccogliendo l'acqua nelle bacinelle mi son fermata quando era ben pulita. Ma, credo che per me fosse necessario rimuovere tutto con uno shampoo poiché nell'asciugare i capelli mi sono ritrovata la mano sporca di henné.

Ricapitolando e paragonando: credo che queste erbe siano meno polverose rispetto a quelle di Phitofilos, eppure nonostante questo siano più difficili da rimuovere. Sicuramente queste sono più idratanti (per me troppo), infatti con Phitofilos la prima settimana sono riuscita a non lavare i capelli per un bel po' di giorni (leggi la recensione).

Lo so, credo di essere l'unica ad aver riscontrato questo problema e non ne sono felice dato che queste erbe sono le più reperibili sia sul web che nelle bioprofumerie e per di più non sono costose.
In conclusione direi che nonostante non mi sia trovata poi tanto bene, queste erbe potrebbero essere l'ideale per tutte quelle persone che vorrebbero tingersi con henné ma temono che seccherebbe troppo i loro capelli.

Ho acquistato entrambe le confezioni presso Bellezza Naturale a Napoli , ma come dicevo si trovano ovunque. C'è possibilità di acquistarli sul sito stesso del brand però secondo me le spese di spedizione sono un po' altine, meglio approfittare se tornano utili anche materie prime per eventuali spignatti =))
Il Rosso Caldo costa 4€ per 100gr con scadenza a 12 mesi dall'apertura.
Il Rosso Freddo costa 5€ con scadenza a 12 mesi dall'apertura.

Se in questo momento sei in vena di letture a tema henné ti riporto alla rubrica creata da Simona di Sotto La Luce Delle Stelle.

Hai mai usato queste erbe? mi farebbe come sempre piacere leggere la tua opinione in merito ed anzi spero di ricevere tanti consigli.

Come sempre un abbraccio
Grazia.
FacebookInstagramTwitterGoogle+

4 commenti:

  1. interessante questo post!
    www.agoprime.it

    RispondiElimina
  2. Bellissimo colore con l'hennè rosso freddo! Ma da che tonalità eri partita?

    RispondiElimina
  3. Ciao cara! Ho in posa il rosso freddo di Janas. Da castana scura chissà cosa uscirà! È la prima volta che faccio l'henne`. Interessante leggere il tuo post.

    RispondiElimina
  4. Ciao cara! Ho in posa il rosso freddo di Janas. Da castana scura chissà cosa uscirà! È la prima volta che faccio l'henne`. Interessante leggere il tuo post.

    RispondiElimina

Grazie per essere arrivata fin qui, lascia pure un segno del tuo passaggio. Ricambierò volentieri la tua visita ma non scrivermi solo per spammare il tuo blog cancellerò quel tipo di commento! ^_^

Follow us on Facebook